Terzo posto per la giovanissima tatuatrice valsassinese Denise Buzzoni che sbanca il “best italian tattoo beginners” ad Arona e vola a Sharm.

0
424
- Advertisement -

Primaluna – E’ tornata con il sorriso sulle labbra la giovanissima tatoo girl Valsassinese, con il sorriso e un carnet di premi per aver vinto il prestigioso concorso di settore a cui ha partecipato, il “Tattoo Battle Royale”, al suo secondo anno di partecipazione, quest’ anno si é tenuto ad Arona, sul Lago Maggiore. E’ un concorso a cui partecipano giovani tatuatori provenienti da tutta Italia. Ma lasciamo a lei il racconto della sua performance: “Il concorso è iniziato giovedì 14 settembre e si è concluso domenica 17 settembre. Ogni giorno ci venivano assegnate due sfide, una alla mattina e una al pomeriggio, per poi alla sera essere valutate e darci una valutazione con un punteggio. Le sfide erano varie, erano sfide sul disegno e sui tatuaggi, inoltre c’era la possibilità di scegliere fra due categorie, “soft”, dove la progettazione era più facile, e poi “hard”, dove la richiesta era più difficile, la quale serviva a metterci ancora di più alla prova. In ogni sfida io ho sempre scelto la categoria hard, perché volevo mettermi in gioco, o tutto o niente dico sempre.
Il primo giorno abbiamo fatto una sfida a quiz, quindi ci venivano fatte delle domande sul mondo del tatuaggio, per avere un quadro generale su ciò che sapevamo. Inoltre la prima sera abbiamo fatto dei giochi a squadra che avevano lo scopo di conoscerci e fare amicizia.
Il secondo giorno abbiamo affrontato delle sfide sul disegno, alla mattina il disegno si basava sul “lettering”, mentre al pomeriggio il disegno aveva come tema il “traditional”. Alla sera sono stati giudicati tutti i lavori assegnandoci un punteggio. Il terzo giorno,alla mattina abbiamo tatuato su pelle sintetica, ovvero pelle finta. Dovevamo realizzare un cover up, ovvero la copertura di un vecchio tatuaggio con uno nuovo. Al pomeriggio la sfida richiedeva di disegnare free hand, ovvero a mano libera, eravamo divisi a coppie e fra di noi dovevamo disegnarci il tema che ci era stato assegnato, ovvero il maori. Alla sera venivamo giudicati.
Il quarto e ultimo giorno invece, la sfida richiedeva di tatuare su persone un disegno che avevamo preparato a casa, che aveva come tema “il viaggio”.
Una volta finita l’ultima sfida i giudici hanno votato. Io sono arrivata terza. Per me è stata un esperienza fantastica, ho raggiunto questo piccolo traguardo con molta soddisfazione, una cosa che io personalmente non ho ancora realizzato, perché non me lo aspettavo. É stata una gioia immensa, e soprattutto devo ringraziare tutti coloro che hanno sempre creduto in me e che non mi hanno mai fatto mollare, anzi mi spronavano a fare sempre di più. Ed è per questo che sono riuscita a raggiungere questo piccolo traguardo. Continuerò a partecipare a ogni concorso che verrà organizzato per mettermi in gioco sempre e non smettere mai di imparare. Sperando che questo trofeo sia il primo di tanti altri”.

Nelle foto il momento della premiazione e i riconoscimenti per il terzo classificato.

- Advertisement -