Biandino la prima neve

0
1851
Appena prima della chiesetta Madonna della Neve con il Pizzo dei Tre Signori sullo sfondo Foto Gabriele Ardemagni
Appena prima della chiesetta Madonna della Neve con il Pizzo dei Tre Signori sullo sfondo Foto Gabriele Ardemagni
- Advertisement -

Val Biandino: 5 Novembre 2021 un giretto con la E-Mtb partendo da Introbio per saggiare la prima neve di stagione e ammirare scenari mozzafiato.

Gabriele Ardemagni

Val Biandino – Un occasione irripetibile quella di poter pedalare sulla prima neve di stagione nel mio luogo preferito, la Val Biandino si presenta ancora più affascinante di bianco vestita e con un cielo terso che solo le stagioni fredde possono restituire.

Introbio – 5 Novembre 2021, sono passate da poco le 11 quando decido di salire, ho un appuntamento nel primo pomeriggio, metto nello zainetto un eventuale cambio più pesante per il ritorno che so essere quasi tutto in ombra e parto

la strada carrabile si presenta umida nelle zone in ombra e ricoperta di foglie, superato il secondo ponte il paesaggio inizia ad essere visibile e restituisce i caldi colori dell’Autunno che emergono dal manto nevoso

poco prima della Baita Magni trovo già la prima neve, seguo le tracce lasciate dai fuoristrada spostandomi nel centro sulla neve quando l’acqua è ghiaccio, monto pneumatici più estivi che invernali

se resto dritto riesco ad avere trazione sulla neve ma appena ci si inclina l’assenza di tasselli laterali porta alla perdita rapida del controllo del mezzo, cosa che voglio ovviamente evitare

scordatevi le marce troppo spinte o l’aderenza viene meno, si sfrutta il motore della pedalata assistita per gestire al meglio le forze. e le energie scaricate sulla ruota posteriore

Appena si raggiunge la Bocca di Biandino si viene colpiti in pieno dallo spettacolo di questa valle, uno scenario unico che solo la montagna sa restituire

proseguo verso la chiesetta Madonna della Neve, appena dopo la neve alta circa 20 cm non è tracciata, sono le ore 12 circa mi fermo e mi godo il silenzio assoluto spezzato solo da un forte e gelido vento che proviene dal Pizzo dei Tre Signori, un vero Paradiso!

Scendo di nuovo alla Bocca e mi fermo a pranzare in rifugio, serve mettere qualcosa di caldo in pancia prima di affrontare la rapida ma lunga discesa.

Buona parte del ghiaccio si è sciolta rispetto a quando sono salito, fatti i primi 2 km circa si scende dalla quota neve, non mi fermo vado dritto verso il fondovalle, al prossimo giro!

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here